• 20 dicembre 2017

I Presepi Viventi della Karis

I Presepi Viventi della Karis

560 315 Karis Foundation Rimini

Si è rinnovata, sabato 16 a Riccione, e domenica 17 dicembre a Rimini, l’ormai consolidata tradizione del presepe vivente realizzato dagli alunni delle scuole della Karis Foundation.

A Rimini l’appuntamento si è svolto alle 16,30 di domenica nell’area dell’Arco d’Augusto. La scelta non è stata casuale: Gesù nacque a Betlemme nell’anno in cui l’imperatore Augusto realizzò il censimento. Diversamente dagli anni scorsi, il presepe non è poi stato itinerante, ma tutto concentrato nell’area dell’Arco d’Augusto. Un modo per sottolineare la contemporaneità storica dell’evento e per consentire a tutti di seguire e di vivere le varie fasi della rappresentazione.

I contenuti del presepe vivente sono stati i diversi quadri/scenografia: l’annunciazione a Maria e a Giuseppe (lato monte), il censimento ordinato dell’imperatore Augusto (sotto l’Arco), l’annuncio degli angeli ai pastori, la scena della Natività (lato mare). Non non sono poi mancate le botteghe degli artigiani e dei mestieri che da sempre animano il presepe. La novità di questo presepe 2017 è stata il corteo dei Magi che,  partito dal parco Cervi, è confluito verso la Natività. La luce (con Cristo la luce è entrata nel mondo) e i canti (nella notte risuonarono i canti degli angeli) sono state, infine, le note distintive di questo presepe che ha visto impegnati tutti gli alunni della Karis, dalla scuola per l’infanzia ai licei.  Al presepe vivente ha partecipato il vescovo di Rimini, monsignor Francesco Lambiasi.

A Riccione, sabato 16 dicembre, a partire dalle ore 16.00, gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria,  insieme ai genitori e agli insegnanti, hanno dato vita al presepe vivente itinerante per le vie del centro storico, accompagnati da scenografie, musiche e cori.

Il primo quadro – Annunciazione, sogno di San Giuseppe e Visitazione –  è stato allestito a Villa Mussolini: il giardino della villa ha accolto anche le botteghe dei mestieri, la locanda dei soldati romani, i bivacchi dei pastori. Il secondo quadro – incontro dei Re Magi con Erode – si è svolto ai Giardini Montanari, il terzo – l’annuncio dell’angelo ai pastori –  in via Nievo, e, in conclusione, il quadro della Natività, in piazzale Roma. Presenti a Riccione il Vescovo Monsignor Francesco Lambiasi e il Sindaco Renata Tosi.